Contro i mulini a vento

Don_Chisciotte_contro_i_mulini_a_ventoAvete mai quel masochistico desiderio di cimentarvi in qualcosa di apparentemente impossibile?
Io no,non sono particolarmente temerario e mi scoraggio facilmente. Comprai Dragon Quest L’Odissea del Re Maledetto a 5 euro da Game Stop nonostante fossi rimasto piuttosto insoddisfatto del remake del quarto capitolo su DS. Tutti me ne avevano sempre parlato come un fottuto capolavoro,effige di perfezione nell’ambito ruolistico e bla bla bla. Tante,tante belle parole che in tutta onesta percepivo come esageratamente pompate. Insomma è solo un classico JRPG d’altri tempi in veste 3D no?
No.
Dragon Quest VIII non si limita a riproporre bensì snellisce e migliora,ogni aspetto del titolo è genuinamente offerto al giocatore senza forzature e tutto scorre naturalmente (A partire dalla semplice e coinvolgente trama fino al necessario alternarsi di armi e stili di combattimento). Il mondo di gioco è splendido,è impressionante che un titolo PS2 si conservi tanto bene ed è notevole la vastità dell’ambiente raggiunta se consideriamo le limitazioni tecniche,poi l’inconfondibile design di Toriyama è sempre una gioia per gli occhi. I personaggi sono buffi,colorati e irriverenti e il contrasto con la natura punitiva dell’esperienza di gioco fa uno strano,piacevole effetto. Se dovessi scegliere una singola parola per descrivere il mio scetticismo riguardo questa fatica targata Level 5 sarebbe: Ignorante. Non voglio dilungarmi eccessivamente,non sono il primo e spero vivamente di non essere l’ultimo a elogiare questo titolo ma se c’è una cosa che sono più che certo verrà tramandata è la sua nomea di quintessenza del concetto di longevità. Questo è un gioco lungo,e voi direte “Grazie al cazzo! E’ un RPG che ti aspettavi Goat Simulator?”

No ma…
Ecco onestamente non ho mai giocato a un RPG che richiedesse più di 50 ore medie per essere portato a termine. Ovviamente ho prolungato l’esperienza con diversi ruolistici ben oltre la durata della main quest arrivando anche oltre le 100 ore…ma qui il discorso è diverso. Molti narrano che il titolo possa durare tranquillamente più di 60 Ground Zeroes senza dedicarsi a qualsivoglia attività secondaria,fate un po’ voi.
E’ questo un problema?
Forse.
Sfida ai massimi termini (Fidatevi che,al confronto,in Dark Souls il grinding non esiste) e prolungamento di quest’ultima per decine e decine di ore con annesso ovvio e conseguente aumento del livello di difficoltà di passo in passo sono elementi indubbiamente accattivanti…per chi ha un sacco di tempo e santi ancora da tirar giù,e in seguito ai risultati del mio anno scolastico credetemi quando vi dico che non ne ho più (Child of Light Mod – ON).
La mia paura è di aver intrapreso un viaggio troppo arduo,tanto estenuante che potrei non essere in grado di ultimare. Tra impegni,mare,CALDO e scarsa pazienza le scuse non mancano ma se inizio un gioco è mio intento portarlo a termine qualora si rivelasse di mio gradimento. Ergo voglio continuarlo e (per il momento) lo continuerò,se si presenteranno problemi aspettatevi un triste articolo pieno di faccine tristi condito con immagini tristi.
Avete mai affrontato una vera sfida in ambito videoludico? Non sapendo se sareste riusciti o meno a vincere?

Contro i mulini a vento 5.00/10 (100.00%) 1 vote

Copyright © 2014 - Tutti i Diritti Riservati