Il senso di un remake

Metal Gear Solid COMIC - Wasterbull OriginalSono alcune settimane che in rete girano voci di un possibile remake del primo metal gera solid e mai come prima mi pongo delle domande su questa pratica ormai molto diffusa. Remake e reboot molto spesso vengono utilizzati per riportare in auge saghe dimenticate ammodernandole al meglio oppure correggendo errori che le hanno portate alla deriva dando un nuovo inizio sfruttando però il nome vecchio e nostalgico. Sentite le voci riguardo questo possibile remake del primo storico metal gear solid però mi vengono dei dubbi o meglio mi pongo il quesito di cosa per me dovrebbe essere un buon remake.

Penso che un buon remake deve sfruttare un’idea che magari all’epoca del gioco originale a causa di carenze tecniche o altro era stata sfruttata male o non aveva dato già il massimo, ma ora mi chiedo perchè fare un remake di mgs1? semplice, per dotarlo di un reparto tecnico “moderno”… e poi?  E poi basta perchè il gioco era perfetto così com era,  per me non ha alcun senso fare un remake di un capolavoro, punto.     Fate remake di giochi usciti male, o con buone idee ma mal sfruttate, puntate sulle idee non sul 1080p, specchietto per allodole che credono che un gioco per essere bello basta che abbia una bella grafica.

Per i reboot la questione è diversa, si parlava di un possibile riavvio della saga di resident evil, ormai degenerata a action di serie B ma anche qui sono scettico. Non si possono cancellare gli errori di 2 generazioni facendo i “buoni” e parlando di reboot o remake: le occasioni le avete avute ora cambiate pagina, guardate avanti, basta attaccarsi al passato. I nuovi brand non avranno mai opportunità di emergere se si riempimmo gli scaffali di remake e reboot dai nomi altisonanti e che il più delle volte scimmiottano la moda del momento o non propongono nulla di più rispetto all’originale.

Remake si ma con cognizione. che ne pensate?

Vota l\’articolo

Copyright © 2013 - Tutti i Diritti Riservati