Intervista: Raiden e Midna.

Senzanome

 ATTENZIONE: L’immagine in sovraimpressione è di proprietà degli intervistati, si prega di rispettare il copyright, grazie.

Nel momento in cui abbiamo iniziato a fare le interviste su GameLight, mi sono posta alcuni obbiettivi (che consistono negli youtuber) da raggiungere. Oggi, ho l’onore di proporvi una delle interviste che più volevo condurre, ovvero quella a Raiden di Playerinside.it! E come se non bastasse, ho fatto ben due colpi, perché anche la sua donna, Midna, ha accettato di venire intervistata per noi! Direi quindi di iniziare subito!

AkemiMas: Cominciamo con una domanda abbastanza ricorrente nel nostro campo (mi ci metto pure io che sono videogiocatrice): ricordi qual è stata la tua prima console e i tuoi primi giochi?

Raiden: Non riesco proprio a ricordare quale sia stato il mio primo gioco in assoluto, risalendo esso a ormai circa 26 anni fa. Però ricordo, eccome, la mia prima console, ovvero il Sega Master System II nel 1992. In realtà all’epoca c’era già il Mega Drive, però vivevo in una famiglia che aveva preferito regalarmi un PC (uno scarsissimo 3086 XT a 12hz) prima di realizzare il mio vero desiderio di avere una console. Con questa console mi sono divertito tantissimo, tra Alex Kidd in Miracle World, Wonder Boy in Monster Land e tanto altro, però invidiavo molto la serie di Super Mario sul NES degli amici (nessuno aveva il Sega Master System, tutti il NES) e soprattutto i 16 bit degli amici più “facoltosi” che avevano già i vari Street Fighter e Final Fight (ero fissato con i picchiaduro da piccolo, adesso molto meno).

AkemiMas: Sappiamo tutti che non ti sei mai schierato nelle console war perché le ritieni inutili e perché ti consideri un videogiocatore universale, ma una domanda sorge spontanea: qual è la console che tendi ad usare di più?

Raiden: Bene, anche in questo caso sono stato molto democratico. C’è stato un periodo in cui ho preferito usare Xbox 360 e un periodo che mi ha visto “fissato” con i Trofei di PS3. In generale, però, tendo ad usare Xbox 360 più per i pochi FPS che gioco, e per i titoli in prima persona (ad esempio anche Skyrim o Fallout 3 li preferisco con il pad della 360, più massiccio e con gli analogici incrociati). Mentre preferisco giocare a FIFA e ai picchiaduro su PS3, sempre per via del pad, che si presta più a questi generi.

AkemiMas: Hai fatto, tempo fa, un video in cui mostravi i titoli che più attendevi nel corso dell’anno. Siamo quasi a metà di questo 2013 e la domanda sorge spontanea: qual è il titolo che, fino ad ora, ha rispettato maggiormente le tue aspettative?

Raiden: Nel video citavo purtroppo anche titoli che poi sono stati rinviati, come Dragon Age Inquisition. E tra quelli citati ancora devono uscirne alcuni tra i più importanti per me, come Pikmin 3 e GTA V. Però finora tutti, più o meno, hanno soddisfatto le mie aspettative. Forse BioShock Infinite mi ha sorpreso più di quello che pensavo avrebbe fatto, almeno dal punto di vista della trama, davvero affascinante. E poi anche Tomb Raider, mi ha sorpreso.

AkemiMas: Ormai si sa che sei uno spendaccione: ti porti a casa collector edition nuove e vecchie! Ma dove nasce questa voglia di ottenere la collector introvabile o la copia di gioco più rara?

Raiden: In realtà sono un tipo che fa molta attenzione alle spese e so tenermi da parte il giusto e spendere il giusto. Certo, a molti può sembrare che io spenda chissà che, ma in verità so amministrare bene le mie pecunie. E poi non ho altre particolari passioni che richiedano spese clamorose, per cui mi concentro sul collezionismo videoludico. La passione per il collezionismo nasce proprio dall’amore per questo settore. Oltre a giocare, coltivo anche l’aspetto più meramente feticistico del collezionare feticci, appunto. Una collezione che mi permetta di circondarmi delle cose che amo e averle sempre ben esposte. Ho sempre sognato di avere una collezione di videogiochi seria e ben costruita, fin da quando ero piccolo, quando mi limitavo a collezionare fumetti di Topolino o portachiavi o altro. Sono sempre stato un fissato delle collezioni. Il vero motivo non saprei spiegarlo. Qualche psicologo da quattro soldi mi classificherebbe forse come un maniaco dell’accumulo seriale. Ma ho sempre odiato gli psicologi XD. Odio cordiale, si intende.

AkemiMas: Cosa ne pensi degli indie-game? Il nostro mercato si sta basando molto su questi titoli, che spesso si rivelano delle dolci sorprese. Se ne hai provato qualcuno, mi piacerebbe anche sapere i tuoi preferiti, se ne hai.

Raiden: E qui confesso una cosa. Non sono un patito dei giochi indie. Tanti, anzi, secondo me sono persino molto sopravvalutati e considerati ingiustamente dei capolavori. Ben vengano, diversi li ho apprezzati (anche se adesso non saprei fare dei nomi) però in generale i giochi indie non sono la mia principale fonte di attrazione. Per intenderci, non ho mai giocato neanche a Slender o Minecraft, anche se quest’ultimo mi ha sempre attratto e sicuramente lo giocherò appena uscirà in versione boxata su X360.

E dopo esserci dedicati interamente al grande Gianluca, si passa alla sua brillante e straordinaria ragazza!

AkemiMas: Parliamo da donna a donna, come rappresentati della categoria: hai trovato difficoltà a condividere la tua passione con altri videogiocatori (indipendentemente dal sesso)?

Midna: Sono una videogiocatrice dalla prima infanzia e nel corso della mia crescita non ho mai incontrato nessuno con cui condividere la mia passione, ad eccezione di mio fratello. Nessuna distinzione tra uomo e donna, fino ai primi anni del duemila la cultura videoludica era ancora poco diffusa e prima del boom degli ultimi anni non avevo mai conosciuto grandi videogiocatori, né donne né uomini. Al liceo qualche ragazza aveva la PlayStation e giocava Final Fantasy (l’VIII era abbastanza gettonato) ma diciamo che una chiacchierata a tutto tondo sul mondo dei videogiochi era difficile da intavolare. Ovviamente prima di conoscere Gianluca, s’intende. Adesso, grazie a internet ed in particolare grazie a Mass Effect Italia su Facebook, ho conosciute tantissime ragazze appassionate con cui condividere quelle chiacchiere che sognavo da ragazzina.

AkemiMas: Come ho già chiesto alla tua metà, la stessa domanda la pongo a te: fino ad ora, che siamo a metà 2013, qual è stato il gioco che più ha rispettato le tue aspettative?

Midna: Tra i giochi quest’anno devo dire che tutti più o meno hanno rispettato le mie aspettative, e anzi addirittura alcuni le hanno superate. Ni No Kuni mi ha coinvolta come non mi capitava da tempo con un JRPG, Bioshock Infinite mi ha stupito con una narrazione di altissimo livello, Tomb Raider è stato un riuscitissimo reboot anche per me che amavo la Lara anni ’90, Animal Crossing è decisamente migliore di quanto pensassi. E questi sono solo esempi. L’anno inizia molto bene, devo dire.

AkemiMas: Una domanda più che lecita per te che hai un canale interamente dedicato a Mass Effect: cos’è che ti fa amare in questo modo la saga?

Midna: E’ arduo rispondere a questa domanda senza dilungarmi, ma cercherò di sintetizzare il più possibile. Mass Effect unisce insieme diverse cose che ho sempre adorato, da quando ho vita: lo spazio, la fantascienza, i giochi di ruolo, la personalizzazione, i dialoghi, le interazioni tra i personaggi. Quando lo annunciarono all’E3 del 2005, con un filmato ancora alle prime fasi di sviluppo, sono rimasta folgorata, è stato amore a prima vista. La mappa galattica e l’idea di esplorare diversi pianeti, poi, mi aveva conquistata. Quando uscì lo presi al day one per Xbox 360 (era un’esclusiva) e le enormi aspettative che avevo sono state surclassate, anche perché oltre agli elementi che ho già citato, narrava anche una straordinaria storia sci-fi attraverso personaggi memorabili.

AkemiMas: Facciamo le snob: da un punto di vista puramente grafico, qual è il gioco che tra quelli che hai giocato fino ad ora che più ti ha colpito? Puoi basarti su quello che vuoi: ambientazioni, realismo dei personaggi … tutto!

Midna: L’aspetto secondo me ha la sua importanza, il primo impatto è il punto di partenza di ogni conoscenza sia personale che videoludica quindi è opportuno non sottovalutarlo. Attualmente sto giocando The Last of Us che, almeno nei filmati, presenta sicuramente la grafica più impressionante che abbia mai visto in un videogame. Se invece consideriamo la visione d’insieme e prendiamo come esempio gli scorci e le ambientazioni suggestive mi sento di considerare Skyrim e Red Dead Redemption i migliori esponenti. Per realismo nell’espressione emotiva dei personaggi, sarò di parte, ma credo che Mass Effect 3 sia il top.

AkemiMas: Cosa ne pensi dell’E3 2013, appena concluso? Si parla a livello di giochi e console.

Midna: E’ stato un E3 davvero eccezionale, ricchissimo di esclusive, di nuove IP e di seguiti attesissimi. Personalmente tra i giochi presentati attendo di più dei titoli multipiattaforma come Dragon Age: Inquisition, The Witcher 3, Elder Scrolls Online, Final Fantasy XV, Kingdom Hearts 3, Watch Dogs, ACIV: Black Flag e Metal Gear Solid 5, mentre tra le console sicuramente mi ha colpito di più la PS4 con il suo design accattivante, le sue interessanti caratteristiche e, perché no, anche il suo prezzo più appetibile. La questione Xbox One per me è ancora in sospeso, pur essendo un’amante della 360, ho dubbi sul fatto di acquistare o no la nuova console. Non è tanto (solo) il discorso dell’usato o dell’always online ad infastidirmi, ma la presenza del Kinect obbligatorio e l’impossibilità di spegnerlo definitivamente. Lo trovo piuttosto inquietante e spero che facciano qualcosa in merito prima del lancio della console. Nintendo è un caso a parte, il suo Direct mi ha abbastanza deluso non mostrando i titoli che attendevo di più, cioè un nuovo Zelda e un nuovo Metroid per Wii U.

Grazie per l’intervista e continuate così!

Gianluca Raiden Verri

E noi ringraziamo sia Raiden che Midna per averci concesso quest’intervista! Sotto troverete tutti i loro contatti, per poterli seguire come degli stalker! A presto!

Canale YouTube Raiden: http://www.youtube.com/user/PlayerInsideit

Canale YouTube Midna: http://www.youtube.com/user/MassEffectItalia

Sito di Playerinside: http://www.playerinside.it/

Pagina ufficiale di Facebook: https://www.facebook.com/PlayerInside?fref=ts

Intervista: Raiden e Midna. 5.00/10 (100.00%) 11 votes

Copyright © 2013 - Tutti i Diritti Riservati