A Parlare Sono Bravi Tutti: non conta quello che dici ma come lo dici

Prendete questo articolo come una chiacchierata tra amici, una di quelle che di solito si fa davanti ad una buona birra, e scusatemi per la grammatica sono un po’ arrugginito.

 Free Wallpapers

Sapete a volte mi chiedo perchè il mondo sia dei furbi.

Quando la realtà l’ho sotto gli occhi: i furbi sono dei bravi comunicatori, in grado di saper innescare un punto di vista spesso e volentieri falso o sbagliato a chi li ascolta.

A questo servono le campagne di marketing di cui noi spesso…sempre; pardon ci lamentiamo qui su Gamelight, innescare un idea, soprattutto di cambiamento per quanto riguarda determinati titoli ad uscita annua, innescare l’idea al consumatore che sia la volta buona, convincerlo o perlomeno lasciarlo dubbioso riguardo ad una possibile svolta, costringerlo a comprare il titolo pur di placare la sua insanabile e dolorosa sete di curiosità, dargli una speranza di credere che quel gioco sia davvero migliore del capitolo prima.

Ogni anno si assiste ad un’evento tragico milioni di videogiocatori che cadono trappola di questo sistema, voi sapete Gamelight è un Blog fatto da videogiocatori per i videogiocatori, noi non guadagniamo nulla, anzi perdiamo tanto del nostro tempo libero, dove voglio arrivare dicendovi questo, che la cosiddetta stampa specializzata insieme al marketing costituisce una parte integrante di quelle belle parole che spesso spingono i videogiocatori a comprare titoli che non li soddisfano in pieno.

Si dice:”si sa, la stama specializzata è corrotta si sa”, e spesso viene ribattuto:” se qualcuno va li e li paga è illegale”, cari lettori, come ogni cosa la verità è nel mezzo; non credo che un publisher si presenti davanti alla sede del colosso della stampa vestito con cravatta ed una giacca con dentro la tommy gun e dicendo :”Ti fraò un offerta che non potai rifutare”, ma pensateci, avete mai notato il fatto che spesso nei loro siti le home page siano invase di pubblicità riguardanti il gioco che hanno appena recensito o che prima dei loro video o articoli compaiano altre pubblicità di titoli da loro recensiti in anteprima?.

Beh se ve ne siete accorti, sappiate che quelle publicità generano profitto, perciò si i publisher pagano la stampa per publicizzare il loro gioco sulla home page, allora perchè la stampa non dovrebbe guardare di buon occhio quel gioco che con la sua publicità gli genera molti profitti?.

Questo non è il solito discordo sul marketing, dove si dice bla, bla, bla rovina dei videogiochi, ha fatto cambiare la copertina a bioshock infinite costringendo levine a mettere la sua sul retro.

Voglio arrivare a quello che davvero mi ha spinto a creare questo articolo quello che oramai considero il mezzo di comunicazione per eccellenza YouTube.

La domanda è su Youtube basta solo saper parlare senza portare reali conoscenze sul piatto per innescare punti di vista sbagliati e conoscenze false?.

Beh, grazie al cazzo certo che SI.

Fin qui sono tutti d’accordo eppure quando si citano nomi famosi tutto degenera e cominciano gli insulti, perchè è vero su YouTube basta saper parlare senza portare reali conoscenze sul piatto, ma guai pensare che quelli famosi facciano parte di questa cerchia.

Caro lettore è a te che mi rivolgo, più nello specifico quello che sta pensando :”eh, tutta invidia lui ha solo 411 iscritti dopo un anno”; verò ma quei 411 iscritti per averli ho sudato sangue.

Sono un Programmatore con la passione della scrittura sin da bambino ed altri hobbie, il videoediting e la recitazione non sono tra questi, ma ho riconosciuto YouTube quale strumento estremamente potente per la comunicazione, e quello che di solito mettevo su carta ho cominciato a dirlo a voce tentando un accompagnamento video,non a caso non ho mai improvvisato, ne fatto cose del tipo :”uyfwu a tutti ragasci e questo e il 453° episodio di road to be sdvogo”.

Nulla contro i gamplayer loro si limitano a giocare mentre dicono qualche stronzata improvvisata, ed ora hanno uno strumento potentissimo quale Twich, e credo che entro un paio di anni loro saranno più attivi lì che su YouTube.

Quelli che reputo solo bravi a parlare sono i finti esperti, quelli che prendono un gioco fanno finta di esaminarlo da un’altro punto di vista sparando quattro bazzecole cose banali, e Bam!!!, l’utente sarà assoggettato dalle loro parole e non farà altro per lodarli perchè loro hanno scoperto la Lore della colonna posta a 45c° di longitudine ad est in quel livello, No non so voi ma se si deve analizzare un videogioco lo si fa prendendo la sua storia quella che ha portato gli sviluppatori a creare quelle idee, i suoi pregi i suoi difetti, si può essere dei bravi comunicatori, ma bisogna sapere bene quello che si sta comunicando, non leggere palesemente dalla wiki del gioco.

Questo non è una concetto mio, ma del mio Prof di Informatica, un giorno verso la fine della scuola in aula video ci ha fatto questo discorso prendendo come esempio un video di un notissimo Youtuber italiano che ha svariate partner con case che producono Hardware per pc, mentre in un video tentava di spiegare come funziona un computer.

Lasciando stare che il mio Prof ha bollato subito quella persona come un cretino mongoplettico incapace, quel video è estremamente visto e apprezzato dalla community di YouTube italia, Ma…perchè c’è sempre un MA, 3/4 delle cose da lui dette sono sbagliate, ed ogni volta che ne questo accadeva, il video messo in pausa lo youtuber preso davvero per il culo dal mio prof che spiegava in maniera sarcastica l’errore, approfittando tra le altre cose di interrogarci riguardo a come veramente funziona un computer, quella lezione è durata quasi 2 ore per un video di 7 minuti, questo vi fa capire i grossi errori commessi da quella persona, ammetto mi sono divertito come poche volte in vita mia, soprattutto per via della fantasia riposta dal mio prof nel formulare insulti, ma è stata davvero illuminante come esperienza e il mio docente è riuscito a farmi capire che strumento potente sia YouTube (era quello lo scopo della lezione) perchè tra le altre cose le persone che facevano notare gli errori vevivano prese d’assalto dagli immancabili insulti dei fans, un arma a doppio taglio dunque, dove non sempre conta quello che dici ma come lo dici.

Ritornando in ambito Videogames, ultimamente è partito il fenomeno di un noto youtuber che tra le altre cose seguo, che ha preso sotto la sua ala protettiva un gioco, per come lo ha fatto non ho nulla da dire, poichè lui si limita a giocare con il puro scopo di intrattenere, riuscendoci magnificamente pure con uno a cui i commentary non vanno giù.

Ma senza averlo fatto apposta ha creato un fenomeno incredibile attorno a quel gioco, sia di gente che effettivamente ne capisce ne è sempre stata appassionata e da li ha avuto più rilevanza che altra che tratta il gioco in questione come se fosse il solito capitolo di cod o assassin’s creed, non lasciando intuire la profondità che esso ha, oppure beh, prendere la completissima Wiki del gioco leggere due cose e ripeterle in svariati video con una grande empatia comunicativa che non nego di invidiare.

Infatti personalmente con il grande lavoro che ho svolto e svolgo su Infinite, mi saliva l’incazzatura vedendo gente sul tubo che lo giocava come se fosse un corridoio e che diceva che palle non ho voglia di scoltare gli audiodiari voglio massacrare gente.

…..

Tra le ultime cose in infinite ho scoperto che suchong riusciva a creare un plasmide in grado di lanciare oggetti ma aveva messo da parte il progetto di quello per fermare i proettili, che guarda a caso in infinite è stato prodotto da Fink (chi ha giocato burial at sea capirà)

….

ok la smetto

Questo è tutto, ma lasciate che concluda:

Il miglior modo per farsi un opinione e per agire è ascoltare una sola persona, voi stessi, non fatevi influenzare da nessuno e non ascoltate chi giudicherà le vostre azioni illogiche, seguite il vostro intuito, lui saprà dove portarvi, e se volete farvi un opinione ascoltate tutti i punti di vista anche quelli negativi vi aiuteranno comunque.

Ho concluso

Valerio  

 

 

A Parlare Sono Bravi Tutti: non conta quello che dici ma come lo dici 5.00/10 (100.00%) 3 votes

Copyright © 2014 - Tutti i Diritti Riservati