Recensione | Child of Light

 

Child-of-Light-Logo

Ogni tanto ci sono degli sviluppatori che ci sorprendono, portandoci titoli che da loro non ci aspetteremmo. Child of Light, sviluppato da Ubisoft, è l’esempio perfetto di questo fenomeno. Se ne sono dette di tutti i colori su questa particolare avventura RPG-Platform: che è breve, che è facile, che è stupendo, che è monotono ecc.
Cosa ne penso io? Beh, scopritelo!

Child-of-Light-1280x720

Child of Light narra la storia di Aurora, principessina che si risveglierà nel regno incantato di Lemuria, lontana dall’amato padre. Nel frattempo, la perfida matrigna ha preso il controllo del regno e ha rubato il Sole, la Luna e le Stelle. Aurora dovrà ritrovarle ed insieme all’aiuto dei compagni più buffi e disparati dovrà tornare a casa per riportare la luce in un mondo che ormai conosce solo le tenebre.
La trama è molto semplice e certo non brilla per originalità, tuttavia è narrata sapientemente, dandoti l’impressione di star vivendo una di quelle storie che da piccolo amavi ascoltare prima di andare a dormire. I personaggi sono abbastanza classici, ma tutti molto simpatici e dalla personalità varia. Inoltre, i dialoghi scritti in rima rendono il tutto quasi musicale, compiacendo il giocatore mentre legge.

Child-of-Light-32

Il gameplay di Child of Light si può dividere in base alla prevalenza di due elementi: quelli RPG e quelli Platform.
Ciò che salta più all’occhio per il primo genere sono certamente i combattimenti. I nemici compaiono a schermo e ci attaccano per cominciare la fase di battaglia, che si svolge sulla basa di una linea temporale. Questa linea indica il turno di attacco di ogni personaggio in campo (nemico o amico che sia), che può essere rallentato o annullato usando mosse che vadano ad incidire sul personaggio o apposite pozioni. Anche Igniculus, la lucina che ci aiuterà nella storia, può essere utile in questa fase. La sua luce può infatti curare, anche se di poco, il nostro party oppure rallentare il turno dei nemici se lo posizioniamo sopra di loro.
Per attivare la luce di Igniculus ci servono delle piccole particelle luminose, dette desideri.
Le battaglie sono fin da subito coinvolgenti ed alcune boss fight risultano veramente impegnative, arrivando a far riflettere parecchio prima di agire per non rischiare di perdere turni preziosi. Il secondo elemento RPG del gioco è il sistema di missioni secondarie, che sono collegati agli abitanti di Lemuria e che tuttavia sono poche e molto semplici.
La fase platform è invece quella riguardante l’esplorazione ambientale. Vi sono enigmi da risolvere, scrigni da aprire, pezzi da superare volando o zone dove solo Igniculus può arrivare.
La longevità del gioco arriva tranquillamente alle 10 ore e passa, cosa che sinceramente non mi aspettavo. La difficoltà è invece relativamente bassa, anche se in alcune battaglie ed enigmi si potrebbero riscontrare dei problemi iniziali.

Child-of-Light-ed

Artisticamente, Child of Light è una meraviglia. Il gioco è interamente realizzato a mano, dalle ambientazioni magiche e alle volte cupe di Lemuria ai personaggi principali e ai nemici. Proprio il design dei nemici è spesso spia d’allarme per individuare il loro tipo: tutti quelle fuoco saranno rossi, quelli acqua saranno blu e così via.
Non vi sono cali, rallentamenti o bug di alcun tipo ed il gioco scorre estremamente fluido. La colonna sonora è piacevolissima da ascoltare, con stupendi brani al flauto e al pianoforte ed un doppiaggio, se pur minimo in quanto riguarda solo un personaggio, veramente buono.

Child-of-Light-logo

Ricapitolando, Child of Light è un gioco che DOVETE giocare. Riporta alla mente le storie che da bambini adoravamo, ci immerge in un gameplay ottimamente strutturato e pieno di belle sorprese, risulta abbastanza lungo anche se non impossibile da completare e sopratutto non ha alcun tipo di problema tecnico che potrebbe snervare il giocatore. Inoltre, il prezzo è budget limitandosi ai 15 euro della versione digitale e ai 20 della versione fisica.
Quindi brava Ubisoft per il lavoro svolto e speriamo di vedere più giochi di questo calibro nella tua produzione.

Child of Light

Recensione | Child of Light 5.00/10 (100.00%) 2 votes

Copyright © 2014 - Tutti i Diritti Riservati