Recensione | Pokemon Heart Gold e Soul Silver

601566_10200776947736614ll_1hhh051ghhjhjgg320ffgfg262dd_ddn

 

Anno 2010. Dopo ben tre anni dall’uscita della prima generazione di Pokemon per DS (Perla, Diamante e Platino), i Game Freak ci propongono una sorta di remake di due tra i giochi Pokemon più apprezzati di sempre: Oro e Argento. Escono così Heart Gold e Soul Silver.

122283-full

 

Come ormai da generazioni, vestiremo i panni di un giovane allenatore o allenatrice che riceverà il suo primo Pokemon dal prof. Elm, scienziato della regione di Johto, residente nella piccola di città di Borgo Foglianova. Una volta scelto il nostro starter, avremo subito a che fare con il nostro Rivale e ben presto incontreremo il Team Rocket, come sempre impegnato in crimini sordidi. Il nostro obbiettivo sarà, ovviamente, prendere tutte le medaglie della regione di Johto e sconfiggere la Lega Pokemon. Una volta fatto ciò, il gioco ci permetterà di esplorare la regione di Kanto e di prendere anche li tutte le medaglie. Potremo catturare molti Pokemon normali e leggendari. Insomma, il gioco è in piena regola per gli standard della serie.

Cherrygrove_City-1

 

Il gameplay della saga non è mai cambiato molto, nonostante ogni titolo vanti alcune differenze. In Pokemon Heart Gold  e Soul Silver, la cosa più esaltante è senza dubbio la possibilità di esplorare ben due regioni, Johto e Kanto, e questo ci permetterà di ottenere più medaglie del solito e di battere la lega ben due volte per finire completamente il titolo. È stato poi introdotta la possibilità di portare il primo Pokemon presente nella nostra squadra direttamente con noi: sarà infatti visibile mentre cammineremo, seguendoci ovunque andremo. 

main1

 

Le mascotte, che sono ormai da anni i Pokemon leggendari presenti nel titolo, sono Ho-Oh in Heart Gold e Lugia in Soul Silver. Il primo è legato alla leggenda della Torre di Latta, secondo la quale per invocarlo sono necessarie la Campana Chiara e l’Ala d’Iride. Il secondo vive invece in una delle Isole Vorticose e per invocarlo sono necessarie la Campana Onda e l’Ala d’Argento. Sono rispettivamente di tipo volante-fuoco e volante-psico. 

canis

 

Potremo anche catturare altri Pokemon leggendari come Groudon in Heart Gold e Kyogre in Soul Silver, reperendo alcuni strumenti, oppure come Latios e Latias, oltre che i classici Entei, Raikou e Suicune. Quest’ultimo dovremo inseguirlo per metà gioco tramite la storia, mentre gli altri due vagheranno nelle due regioni finché non li cattureremo. Non dimentichiamoci poi di Zapdos, Moltres e Articuno, anch’essi reperibili.

Una parte fondamentale della nostra avventura è senza alcun dubbio la scelta dello starter. In questo titolo avremo Cyndaquill per il tipo fuoco, Totodile per il tipo acqua e Chikorita per il tipo erba. Tutti e tre presentano un set di mosse ottimo e quindi renderanno la vita abbastanza facile al giocatore. Sarà possibile inoltre, dopo aver fatto una serie di azioni, ottenere i tre starter di Kanto, ovvero Charmander, Squirtle e Bulbasaur.

tumblr_m59gf0Ylqc1r0rqueo1_400

 

Le palestre sono ben strutturate, con grado di difficoltà crescente (come di consueto). La Lega presenta degli ottimi Super Quattro, anche se il campione Lance è senza dubbio il migliore. Una nota di valore va data al Rivale, che sarà veramente ben caratterizzato e interessante da sconfiggere.

220px-HeartGold_SoulSilver_Lance

 

Una novità abbastanza divertente, su cui personalmente ho speso molte ore di gioco, è il Pokèathlon. Consiste in un’arena dove sarà possibile iscrivere tre Pokemon che gareggeranno in ben 10 discipline, mettendo alla prova la loro Forza, Velocità, Abilità, Resistenza e Agilità. Vincendo accumuleremo punti, con i quali potremo acquistare oggetti particolari, tra cui le pietre evolutive. Sarà inoltre presente la Zona Safari, come in altri titoli. 

pokethlondome

 

Nella confezione del gioco, troveremo il PokèWalker, un piccolo “contapassi” simile ad una PokèBall. Sarà possibile farlo comunicare con il gioco per trasferire un Pokemon a nostra scelta, che potrà accumulare esperienza e felicità in base a quanti passi faremo portandocelo dietro. Inoltre, sarà possibile trovare Pokemon sennò impossibili da catturare semplicemente giocando con il nostro Pokemon nell’erba alta.

 

the-pokewalker-device-from-pokemon-heart-gold-and-soul-silver

La grafica di Pokemon Heart Gold e Soul Silver propone alcune scene e ambientazioni mezze 3D, soprattutto durante la cattura dei Pokemon leggendari (la scena di Ho-Oh è semplicemente fantastica). Il sonoro è abbastanza buono, proponendo tracce in grado di suscitare energia durante i combattimenti e solennità durante le battaglie alla Lega. 

 

GAM224.know.2_map10--article_image

Insomma, tirando le conclusioni, ritengo Pokemon Heart Gold e Soul Silver tra i titoli migliori della serie, con ampie possibilità di cattura e moltissime cose da fare, oltre il classico livellamento dei Pokemon. Rimane fedele alla versione originale aggiungendo però miglioramenti e più particolarità, oltre che migliorando gli aspetti puramente grafici. Nonostante la trama non sia delle migliori, riesce comunque a regalare molte emozioni e momenti epici.  In sintesi, vi consigliamo questi giochi, che DEVONO essere provati da un’amante della serie (anche se la maggior parte di voi li avrà già giocati).

299890_10200776948256627_11bbb80866432_n

Recensione | Pokemon Heart Gold e Soul Silver 5.00/10 (100.00%) 5 votes

Copyright © 2013 - Tutti i Diritti Riservati