Recensione | The Walking Dead

601566_10200776947736614_1051320262_n

The Walking Dead era originariamente un titolo in digital delivery. Rilasciato ad episodi nel 2012 era stato apprezzato dai pochi giocatori, ma al tempo stesso snobbato dalla maggior parte del pubblico per via del suo essere completamente in inglese. Telltale Games decide quindi di rendere il titolo sottotitolato in italiano, retail e quindi reperibile e giocabile un po’ da tutti. Cogliamo quindi la sua recente uscita su disco per parlarvene. 

TWD-game-the-walking-dead-game-31922820-1280-8001

Lee Everett è un professore universitario accusato di omicidio. Mentre viene scortato verso il carcere, la macchina della polizia nel quale è seduto sbanda e l’uomo si ritrova ben presto con una gamba rotta e con un gruppo ampio di zombie che tentano di sbranarlo. Un misterioso virus ha infatti il potere di rendere le persone morte nuovamente vive, ripristinando solo l’impulso nutritivo. Per una serie di vicissitudini Lee si ritroverà a prendersi cura della piccola Clementine, aggrappata alla speranza di rivedere i suoi genitori partiti in vacanza e mai più tornati e al suo piccolo walkie-talkie che sembra essere l’unico oggetto che la tenga ancora unita a loro. Ben presto i due si ritroveranno a far parte di un gruppo molto ampio di persone, tutte con un’unica missione: sopravvivere.

the_walking_dead_ep3_gameplay_screenshot_021

Come al solito, partiamo dall’aspetto che più può rivelarsi ostico per il giocatore: il gameplay. Coloro non abituati alle avventure grafiche potranno trovarsi infatti spaesati soprattutto dal sistema di controllo del personaggio. Con uno degli analogici dovremo muovere il protagonista, mentre con l’altro controlleremo un cursore con cui avremo la possibilità di analizzare l’ambiente circostante e selezionare gli oggetti utili o le persone con cui parlare. Il tutto risulterà inizialmente leggermente complesso, ma con un po’ di pazienza impareremo a controllare il sistema con fluidità. L’aspetto più interessante del gameplay è senza dubbio il sistema di scelta. Durante una conversazione con un personaggio dovremo infatti pensare bene a cosa dire, in quanto tutto ciò andrà ad influenzare la futura opinione su di noi di quella persona o addirittura il finale di gioco. Per farvi un esempio, una risposta troppo rude nei confronti di Clementine porterà la bambina a staccarsi da noi, mentre una confusione eccessiva non la farà fidare completamente. E come ciò accade per la bambina, accade anche per gli altri personaggi.  Le scelte non riguarderanno solo il cosa dire, ma anche cosa fare. In più di un occasione ci verrà infatti posta una scelta: salvare un personaggio o un altro? Andarsene o restare ad aspettare qualcuno rimasto indietro? In base a cosa sceglieremo, i personaggi  potranno morire, perdersi oppure arrabbiarsi con noi. A volte ci succederà anche di doverci intromettere in una lite e in base a chi difenderemo (oppure se sceglieremo di essere neutrali) i vari comprimari avranno un opinione diversa di Lee.

walkdeaddinner

Un aspetto fondamentale di The Walking Dead è la presenza dei nemici. E per nemici non intendiamo gli zombie, che altro non sono che un pretesto, ma gli umani stessi. Il gioco presenta infatti una cura molto approfondita della caratterizzazione dei personaggi. Vi sarà il padre protettivo e burbero, la ragazza onesta e buona, il giovane spaventato e incapace di essere realmente utile e molti altri. L’interazione tra Lee e i vari protagonisti dell’opera sarà la parte a cui più dovremo dedicare attenzione. Spesso i nostri amici si trasformeranno in nemici, oppure dubiteranno di noi, o ci abbandoneranno nel momento del bisogno. I sospetti o la sfiducia verranno inoltre ingigantiti dalla presenza di veri e propri nemici umani (come i banditi o altri personaggi di cui non vi anticipo le intenzioni). Occorrerà tutta la nostra forza mentale e fisica per sopravvivere ai vari inconvenienti e ai vari scontri che si creeranno all’interno del gruppo. E soprattutto, il rapporto con Clementine sarà la cosa che ci terrà vivi, che ci permetterà di proseguire nel gioco con determinazione e con un solo obbiettivo: proteggerla.

twd_DoorBreach

Il comparto tecnico è quasi senza intoppi, se non fosse per un fastidioso e pesante particolare: i caricamenti. I tempi di caricamento tra una sessione e l’altra sono troppo lunghi e annoiano, inoltre il gioco laggherà parecchio dopo un filmato troppo carico di eventi, impedendoci di compiere subito un’azione e facendoci a volte perdere una frase da dire piuttosto che un comando da premere. Per il resto, parlando di grafica, nulla da dire. Non si punta al realismo, tuttavia le espressioni dei personaggi sono molto reali e sono certamente l’aspetto estetico su cui si è puntato di più, dato che i movimenti risultano spesso legnosi e poco fluidi. La colonna sonora si adatta alla perfezione al titolo, proponendo temi strumentali tesi e spesso lenti che aumenteranno la tensione. Va inoltre fatta una citazione alla canzone dei titoli di coda, “Take us back” , che è uno dei pezzi più belli che abbia mai ascoltato in un videogioco. Il titolo è diviso in 5 episodi che compongono la prima stagione e la durata di ogni episodio si aggira sulle 2 ore, per una durata complessiva di circa 10 ore.

TWD_Ep4_KEYART

The Walking Dead è un gioco crudo, un pugno nello stomaco. Tocca le paure degli esseri umani, come quella di rimanere soli o quella di non saper cosa fare in una situazione troppo agitata. Risveglia nel giocatore l’istinto di sopravvivenza, lo stimola a ragionare per inimicarsi meno gente possibile e per proteggere un essere più piccolo e debole e al tempo stesso lo fa rendere conto della sua impotenza di fronte a qualcosa di potente come la morte. Un gioco che è più di un gioco, ma un’esperienza video ludica, un viaggio in una realtà surreale ma che ancora una volta ci dimostra sia la potenza che i numerosi limiti dell’uomo. Insomma, non siate scettici, non fermatevi al gameplay un po’ strano o ai personaggi stilisticamente non perfetti e provate l’avventura di Telltale Games: non ne rimarrete delusi.

299890_10200776948256627_1180866432_n

 

Recensione | The Walking Dead 5.00/10 (100.00%) 5 votes

Copyright © 2013 - Tutti i Diritti Riservati